Di seguito gli ordini del giorno presentati durante il bilancio 2016 da parte della minoranza. Essi non sono passati, in quanto la maggioranza si è astesa dal voto. Di seguito testi.

ODG su Servizio Civile
48437_allegato-delibera-cc-13-2016-odg-1
Documento Adobe Acrobat 225.1 KB
ODG Progetto Strategico PArco del BAldo
48438_allegato-delibera-cc-14-2016-odg-1
Documento Adobe Acrobat 225.1 KB
ODG Indennità di carica
48439_allegato-delibera-cc-15-2016-odg-1
Documento Adobe Acrobat 185.1 KB
ODG VAlorizzazione agricoltura
48440_allegato-delibera-cc-16-206-odg-14
Documento Adobe Acrobat 205.1 KB
ODG Mobilità sostenibile
48441_allegato-delibera-cc-17-2016-odg-1
Documento Adobe Acrobat 515.1 KB

Di seguito pubblichiamo l'interpellanza presentata dalla minoranza sulla questione del taglio degli alberi a Crosano, trasformata di seguito in mozione. Sotto è visionabile anche la Delibera di Giunta, dove si evince come la mozione sia stata bocciata.

Interpellanza su taglio alberi a Crosano - Mozione
44352_allegato-delibera-cc-64-2015-mozio
Documento Adobe Acrobat 905.7 KB
79104.pdf
Documento Adobe Acrobat 572.3 KB

Di seguito la mozione approvata dal Consiglio Comunale riguardo alla proposta di aderire alla campagna contro la Violenza sulle Donne, sottoscritta e proposta dalle nostre consigliere comunali

 

 

Brentonico, 17 novembre 2015

PROPOSTA DI MOZIONE: ADESIONE ALLA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE “POSTO OCCUPATO”

 

La violenza contro le donne è ad oggi una problematica molto viva ed attuale. Gli ultimi dati sia a livello nazionale che a livello provinciale sono allarmanti: i dati presentati dall'ISTAT a giugno 2015 evidenziano come circa 6 milioni 788 mila donne hanno subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni: il 20,2% ha subìto violenza fisica, il 21% violenza sessuale, il 5,4% forme più gravi di violenza sessuale come stupri e tentati stupri. Sono 652 mila le donne che hanno subìto stupri e 746 mila le vittime di tentati stupri. Percentuali analoghe si registrano anche nella nostra provincia, e nel 2013 sono state 523 le denunce di violenza pervenute alle forze dell'ordine trentine ( dati disponibili su ISTAT e Osservatorio sulla violenza PAT). Per portare alla conoscenza di tutti i cittadini questo problema sociale, sono stata fatte varie iniziative anche a livello internazionale, tra cui la decisione dell'ONU di dichiarare il 25 novembre giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Con lo scopo di sensibilizzare, informare e creare consapevolezza nell'opinione pubblica su questo problema è nata in molte città l'iniziativa “posto occupato”, un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Il progetto è promosso anche dall'assessorato alle Pari Opportunità della Provincia Autonoma di Trento, nonché da molti enti e amministrazione a livello nazionale. “POSTO OCCUPATO è un’idea, un dolore, un pensiero, una reazione che ha cominciato a prendere forma man mano che i numeri crescevano e cresceva l’indignazione di fronte alla notizia dell’ennesima donna assassinata. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto nella società, sul tram, a scuola, in metropolitana. E noi quel posto vogliamo riservarlo a loro, affinché la quotidianità non lo sommerga, per simbolizzare un’assenza che avrebbe dovuto essere presenza se non ci fosse stato l’incrocio fatale con un uomo che ha manifestato la sua bestialità, ammantandola di un “amore” che altro non è che disprezzo. Con un definitivo e ultimo gesto per sancire un presunto diritto di proprietà.” ( www.postooccupato.org) POSTO OCCUPATO prevede in concreto di riservare un posto a quelle donne le quali, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società. Affinché la quotidianità non la sommerga. L'invito è quello di riservare un “posto” in memoria delle donne vittime di ogni forma di violenza. E che questa assenza urlasse la mostruosità del suo perché. Tutto ciò premesso Il Consiglio Comunale di BRENTONICO si impegna ad aderire all'iniziativa “ POSTO OCCUPATO” affidando al Presidente del Consiglio Comunale di: 1) Attivare il Sindaco, l'Assessora alle Pari Opportunità e la Giunta comunale affinchè identifichino dei luoghi pubblici ritenuti idonei per rendere protagonista il “posto” vuoto dedicato ad una donna vittima violenza; 2) Inoltrare la copia della presente mozione alla Presidenza del Consiglio della Provincia autonoma di Trento, nonché all'Assessorato alle Pari Opportunità che si stanno attivando per sensibilizzare sulla tematica i vari Enti territoriali; 3) informare il Comitato “Posto Occupato” ( tramite l'adesione che viene fatta sul sito internet) dell'iniziativa adottata dal Consiglio comunale di Brentonico; 4) Sensibilizzare ed informare i cittadini sulla tematica della violenza di genere attraverso delle campagne e attraverso dei momenti di ascolto in cui si venga anche informati sulle varie associazioni e iniziative promosse a livello provinciale ( ad esempio la figura della Consigliera di Parità che aiuta le donne che subiscono ingiustizie) per la salvaguardia delle pari opportunità. Silvia Mozzi